Il problema delle borse palpebrali è sostanzialmente legato all’inversione della concavità delle palpebre inferiori che, gonfiate dall’eccesso di grasso, diventano convesse e provocano un’ombra sotto di esse (spesso, in concomitanza delle borse che rendono convessa le palpebre, si associa un dimagrimento della faccia anteriore degli zigomi, che da convessi diventano concavi o si appiattiscono, per cui, per una perfetta correzione della zona occhi è opportuno correggere anche gli zigomi con una piccola puntura di filler a lunga durata.

Questa tecnica di blefaroplastica inferiore consente la rimozione dell’eccesso di grasso che causa il problema, attraverso una piccola incisione nella congiuntiva, quindi senza nessuna cicatrice cutanea. Il vantaggio non sta solo nell’assenza di cicatrici, ma soprattutto nella totale assenza del rischio di arrotondamento dell’occhio che spesso accompagna la tecnica con l’incisione esterna sottociliare, anche se eseguita da mani esperte.

 

Scarica l’opuscolo informativo in formato PDF