La mastopessi è l’intervento di chirurgia estetica finalizzato principalmente alla correzione della  ptosi mammaria, ossia il cedimento, con successivo spostamento verso il basso, del seno femminile.

La ptosi mammaria è una naturale conseguenza dell’invecchiamento, a cui possono contribuire svariati fattori, tra cui:

 

  • Il fumo di sigaretta;
  • Un numero elevato di gravidanze;
  • La pratica costante di attività fisiche che causano il movimento del seno in più dimensioni dello spazio;
  • Un indice di massa corporea elevato;
  • La perdita o il guadagno marcato e repentino di peso.

Il seno delle donne che sviluppano ptosi mammaria muta almeno sotto 3 punti di vista: nella posizione, nel volume e nelle dimensioni.
La ptosi mammaria non causa sintomi e non è pericolosa per la vita. Tuttavia, è comunque una condizione di notevole interesse medico, in quanto la sua comparsa comporta, in diverse donne, un certo disagio estetico.
I chirurghi estetici misurano la gravità della ptosi mammaria in 4 gradi: grado I, grado II, grado III e grado IV. Il grado I corrisponde agli episodi di ptosi mammaria lieve; il grado II agli episodi di ptosi mammaria moderata; il grado III agli episodi di ptosi mammaria avanzata; infine, il grado IV agli episodi di ptosi mammaria severa. La mastopessi è un intervento di chirurgia maggiore, pertanto richiede una preparazione particolare.
In genere, tale preparazione comprende un consulto specialistico, una serie di esami clinici per la valutazione della stato di salute della paziente e, infine, una volta appurata l’idoneità all’intervento, una serie di importanti raccomandazioni.

 

Scarica l’opuscolo informativo in formato PDF